Compassioni - Ilaria Drago

Logout
Vai ai contenuti

COMPASSIONI

 

Voci, suoni, scena di Ilaria Drago

Make up artist Anna Rita Mila Severini


Le performance fanno parte del progetto Dell'Invisibile | Incarnazioni nato in collaborazione con Marcello Sambati, Alessandra Cristiani e Pier Giuseppe Di Tanno per il Festival InEquilibrio 2020 di Armunia. Compassioni prima e seconda lode sono due passaggi di questo progetto e l'avvio di un progetto più ampio di Ilaria Drago.  

"Nessuna forma può contenere la vastità di ciò che abita ogni corpo, quel che sorge, vive, anima e dà forma al corpo, ai corpi viventi di uomini, bestie, oceani, foreste. La vera, unica carne vivente è la terra, nostra madre di vita, di morte, d'amore. Non dall'uomo soltanto si dà drammaturgia dell'essere, ma dal coro delle voci di ogni creatura, fino allo spasimo, al punto cieco di ogni linguaggio. Ogni voce sarà salvata dalla tenebra, e perciò occorre prendersi cura del difetto, dell'errore e della fragilità di ogni voce. Questa piccola opera tenta l'impresa di una parola necessaria, che si armonizzi con l'acustica alchemica della terra, incisa sul corpo con gesti e vocaboli unici e necessari perché sia visibile." [Marcello Sambati]


Compassione | prima lode | alle Anime  
(azioni ripetute durante la giornata al battere dell’ora dalla torre del paese)

Compassione | seconda lode | alla Natura


“Perché faccia la differenza la Compassione va incarnata” (Feldman). Incarnarsi in nuova vita, da adesso, non più fatta di promesse, lamenti e speranze, ma di incontri con l’altro, con la Natura, con ogni Essere. Sentire-con nell’intima comunione che porta all’unità più pura senza aspettative. Un amore incondizionato da praticare nel piccolo gesto, nella parola corale, nel corpo, nel tocco, nella contemplazione. Compassione non solo della sofferenza altrui ma anche e soprattutto della gioia vitale. “Dove non ci sono esseri umani, sii tu uno di essi”. Ilaria Drago

 


Torna ai contenuti